Su un'altura pianeggiante, che si eleva tra abissali dirupi, giace Umbriatico, erede della città Magno greca di Bristacia (700 a.C.) e della città vescovile di Paternum (431). Il territorio è noto fin dall'epoca della civiltà pre-ellenica. Infatti fu questo la " Chonia ", denominazione che indica la contrada ricca di resti archeologici compresa tra i comuni di Umbriatico, Pallagorio, Verzino e Savelli. Come un castello medievale, aggrappato all’estremità di un monte, Umbriatico garantiva sicuro asilo per tutti coloro che un tempo fuggivano da invasori, briganti o da calamità naturali. Questo paese, vera e propria roccaforte, è collegato al mondo circostante da un imponente viadotto che conduce allo storico monte Tigano, luogo suggestivo dal punto di vista ambientale e paesaggistico, dove i diversi ruderi ricordano i muri eretti da Annibale Barca e dai Bruzi (215 a.C.).

Il borgo, che pare sia stato costruito, come Matera, su una città rupestre, potrebbe avere ospitato i famosi cavalieri Templari. Non sono infatti pochi gli indizi che portano a formulare una tale ipotesi, di cui parlava già nel 600 il monaco cistercense del '600 Ferdinando Ughelli.Se si fa fede a quanto si legge nella Diatiposi di Leone VI il Sapienete (886-911), Umbriatico nacque con il nome di Euriàton, trasformandosi in Euruàton, corruzione del toponimo Bristacia, nel periodo di Alessio I Commeno. Dopo tale tempo, la città cambia il proprio nome in Euria, come si legge da un documento del monastero del Patire risalente al 1164. In questo medesimo tempo però, il nome viene scritto anche come Euriàton ed Euriatico che, pronunciandosi nella fonetica bizantina Evriaticon o Ebriaticon, per la nota traformazione della v in b, dette luogo alla denominazione romanza Ebriatico, come si legge nel diploma di Riccardo Siniscalco del 1163.

A distanza di 4 km da Umbriatico sorge Perticaro, frazione di questo storico luogo. La denominazione del nome Perticaro risale al tempo dei Greci, infatti furono i figli di Enotre e di Filottete, ad assegnare alla contrada tale nome che significa tutto lieto.